< Cherry Resort - studiolabistudiolabi
Portfolio TitleAnd Some Other Info Here

Cherry Resort

Anno: 2011

Location: Pecetto (TO)

Stato: studio di fattibilità

Cliente: I.B.P. Consulting

Collaboratori: Massimiliano Feroldi (impaginazioni)

 L’intervento di trasformazione

l’intervento di trasformazione nasce dalla volontà di rinnovare e rilanciare un locale che, sebbene abbia ancora il suo fascino, non rispecchia più la richiesta della società moderna che registra meno matrimoni, meno grandi cerimonie, e va invece alla ricerca di spazi naturali e rilassanti con maggiore attenzione alla qualità e bellezza dei luoghi, il contatto con la natura e soprattutto il benessere fisico e sensoriale. Alla luce di queste analisi spicciole del cambiamento della società l’intento è quello di trasformare il ristorante in un luogo che sebbene manterrà la funzione di ristorante, questa sarà ridimensionata, dagli attuali 400 posti a circa 200, per dare spazio a due grandi nuovi motivi:

  • ·         L’ALBERGO
  • ·         IL CENTRO BENESSERE

 L’albergo verrà creato nella zona retrostante, con vista sulle colline, ospiterà circa 50 camere doppie per ospitare un centinaio di villeggianti richiamati sia dalla bellezza del luogo immerso nella natura, sia per poter godere del centro benessere con annessa area sportiva. Dal punto di vista architettonico la soluzione che permette di creare le stanze intende “svuotare” letteralmente il corpo centrale per creare un “giardino d’inverno” cioè uno spazio filtro tra interno-esterno che permetterà di godere di un giardino interno fruibile direttamente dagli ospiti e riparato dalla stessa struttura che ne costituisce il confine. Le camere avranno così una vista rilassante e naturale dando un senso di apertura anche all’interno dell’edificio. Avendo a disposizione poi altri 200mq circa di superficie costruibile, oltre i circa 150 che verranno ”svuotati” per il giardino, il progetto prevede di sopraelevare la zona che ospiterà le restanti camere, creando così una terrazza interna che fungerà da corridoio di collegamento tra le camere stesse e che si affaccerà sul giardino d’inverno. Il centro benessere sorgerà invece nel locale seminterrato, di circa 300 mq, il quale ad oggi risulta poco sfruttato se non con enormi locali tecnici e di deposito. Detto intervento non comporterà alcuna modifica esterna e strutturale se non la ridistribuzione degli spazi e l’adeguamento dei locali e spazi tecnici. La grande metratura permette di creare un completo percorso benessere costituito da piscine, vasche idromassaggio, saune, bagno turco, vari locali per massaggi, fanghi e solarium oltre che una notevole palestra in modo da far conciliare tutte le richieste che una clientela sempre più esigente richiede in questi termini. L’area benessere sarà inoltre collegata ud un’area esterna, fruibile dalla primavera a tutta l’estate, la quale occuperà parte del giardino posteriore ora utilizzato prettamente per depositi e passaggi di servizio alle grandi cucine del ristorante. L’area esterna ospiterà una piscina con annessi gazebo e spazi utilizzabili per spostare all’aperto quelle attività collegate all’area benessere quali massaggi, trattamenti del corpo che posso essere svolte appunto all’aperto con una rilassante vista sulla collina all’ombra di un grande ciliegio in fiore.